Giallo sull’eredità di Sergio Marchionne

0

Non sono mai facili le questioni di eredità in seno ai grandi gruppi industriali e alle dinastie. Fiat non ha fatto eccezione in passato, con la scomparsa dell’Avvocato, non la fa oggi, a nove mesi dalla morte di Sergio Marchionne. Eredità non soltanto a livello professionale, quindi per il manager italocanadese l’aver portato Fca a livello di grande forza nel mondo automobilistico, aver creato una autentica filosofia in seno al gruppo e lasciato e una serie di progetti da mandare avanti (e qualche intoppo come gli spettri di fusione); ma anche un patrimonio finanziario e immobiliare su cui potrebbe scatenarsi una battaglia legale: da una parte la sua famiglia, dall’altra la compagna che gli è stata accanto fino all’ultimo. A parlare di battaglia legale da parte di Manuela Battezzato, la compagna, anche a così tanti mesi dalla scomparsa del manager, è il giornale on line Lettera43, per inciso quello che aveva svelato con notevole anticipo lo stato di salute di Marchionne.