Ergastolo per Seferovic: diede fuoco a tre sorelle in un camper

1

A oltre due anni dai fatti, è arrivata la condanna all’ergastolo per il bosniaco Serif Seferovic, accusato di omicidio per la morte delle sorelle Elisabeth, Francesca e Angelica Halilovic, di 20, 8 e 4 anni. La notte del 10 maggio 2017 le tre ragazze morirono in un rogo appiccato al camper dove dormivano con la famiglia in un parcheggio nella zona di Centocelle, periferia est di Roma. Il gesto era legato a dissidi tra la famiglia Halilovic e alcuni Seferovic, dissidi maturati all’interno di un campo nomadi. Per questa vicenda nel 2018 è stata condannata a vent’anni di carcere, in abbreviato, Lisabeta Vicola, cognata di Seferovic. Una terza persona, Renato Seferovic, fratello di Serif, è tutt’ora ricercata e si troverebbe in Bosnia.