Battisti potrebbe uscire di galera prima del previsto

0

C’è un accordo con il Brasile, firmato dall’ex ministro della Giustizia del Pd Andrea Orlando nel 2017, che permetterebbe all’ex terrorista Cesare Battisti di uscire di galera prima del previsto. Il documento, di cui l’Adnkronos è entrata in possesso, commuterebbe l’ergastolo in una pena di 30 anni che verrebbe ulteriormente accorciata dai benefici di legge e dal tempo che ha già trascorso in carcere. Di questo accordo di estradizione il difensore di Battisti, l’avvocato Davide Steccanella, ha chiesto l’applicazione, con un’istanza presentata alla Corte d’Assise d’Appello di Milano, in quanto unico titolo valido di estradizione visto che il rimpatrio dalla Bolivia non ha rispettato la procedura di espulsione prevista dalla legge di quel Paese.